Cremona. È una situazione desolante quella che appare agli occhi di chi si avventura per le vie di Cremona in questi giorni di emergenza. La paura di essere contagiati dal Coronavirus è tanta e si aggiunge alle ordinanze emesse dalla Regione che limitano la vita sociale. L’obbligo di chiusura dalle 18 alle 6 del mattino dei bar è stato revocato, ma lo scarso afflusso continua a suscitare nuove preoccupazioni e il rischio è la crisi dell’economia cittadina. E tra gli esercenti sale il malumore.

Barbara Fogazzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata