Cremona. Mentre continua ad allungarsi la lista delle firme che appoggiano la richiesta di Confesercenti, per interventi, a sostegno del commercio di vicinato per la reale rigenerazione del centro storico, il lamento sofferente per la lenta morte di Cremona arriva dalla voce dei residenti. L’appello all’amministrazione è nel contempo un j’accuse, per la mancanza di scelte lungimiranti e di politiche efficaci a restituire ossigeno e fornire prospettive di uno sviluppo “sano” della città, che la renda più vivace, vivibile, più sicura e attrattiva, Secondo il presidente del Quartiere 16, la città si sta sviluppando solo nella cintura periferica e non solo per colpa della generosa accondiscendenza all’espansione delle medie e grandi strutture di vendita, Il centro storico è abbandonato dal commercio ma anche dalle aziende e dalle attività che sempre più numerose si spostano fuori dal centro storico.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata