Cremona. Dei 31 feriti, nessuno è in pericolo di vita, due sono stati trasportati all’ospedale di Crema e tre a Cremona, gli altri a Lodi, Melegnano, Codogno, Piacenza, Castel San Giovanni e all’Humanitas di Milano. Il più grave è un addetto alle pulizie. Dei tre accolti dai sanitari di Cremona, uno è stato trasportato in eliambulanza, con codice giallo di media gravità. 

Il nosocomio di Crema ha ricevuto due uomini sui 58 e 60 anni e una ragazza sui 25 anni, già dimessi nel primo pomeriggio. E’ stato dedicato loro un sostegno psicologico, considerato il grande spavento causato dall’incidente di stamattina, quindi sono stati riaccompagnati a casa, chi dai familiari, chi dal personale di Trenitalia o dall’ambulanza. 

A Cremona è arrivato in eliambulanza un giovane di 28 anni con contusioni e ferite. Il Pronto soccorso, dov’è stato tenuto in osservazione. La guarigione, per i medici, richiederà una settimana. Sono stati sette invece i feriti presi in carico dagli ospedali di Piacenza e di Castel San Giovanni, tutti uomini e con traumi molti lievi, come ha chiarito un comunicato. Dopo gli accertamenti radiologici non è stato necessario né il ricovero né un’ulteriore permanenza in ospedale. Alcuni di loro si trovavano in evidente stato di shock, per cui è stato messo a loro disposizione un servizio di supporto psicologico.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata