Lodi. Sono paesi fantasma quelli della zona rossa del Basso Lodigiano, in cui non puoi né entrare né uscire e dove la gente, amareggiata, si divide tra chi corre a fare acquisti e prende d’assalto le farmacie e chi, invece, rassegnato, non sa cosa dire. E i problemi sono continui, perché ormai nell’area rossa ora non c’è nemmeno un pronto soccorso dopo la chiusura di quello di Codogno e chi lavora in ospedale ha paura e si trova a lavorare con un numero di colleghi dimezzato. E il numero dei contagiati aumenta: il Picchio Calcio, la squadra dilettanti dove gioca il paziente 1, conta sei persone contagiate dal virus. Anche Maleo è isolato ma prova a reagire, come conferma il Sindaco Dante Sguazzi. Anche Terranova dei Passerini rientra nella zona rossa e il paese, anche oggi, è vuoto e desolato ma il sindaco, gli amministratori e i volontari di tutte le età, uniti dalla voglia di combattere il coronavirus, affrontano la situazione alimentati dal sorriso “che non si vede ma c’è”!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata