Piacenza. Le lamentele, anche da parte dei cittadini, non erano mancate in merito alla gestione del verde, fin dalla scorsa estate. Tutto era partito all’inizio del 2019, quando venne indetto, in ritardo, e poi assegnato l’appalto per la manutenzione del verde pubblico fino al 2021, diviso in due lotti: uno, vinto dall’Orto Botanico, per la parte ovest della città; l’altro, invece, fu assegnato al raggruppamento temporaneo d’impresa guidato dal Cuore Verde di Cremona, per la parte est. Su questa assegnazione la cooperativa piacentina Geocart aveva deciso di fare ricorso al Tar, sostenendo che la vincitrice del bando non possedesse i requisiti necessari. E il Tar ha ritenuto illegittima la gara. Sentiamo il commento di Stefano Cugini, Consigliere Comunale di Piacenza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata