Una ragazza straniera, di nazionalità coreana, è stata travolta e uccisa da un tram la scorsa notte a Milano. L’investimento, secondo quanto riferito dalla Polizia locale e dal 118, è avvenuto alle 23.30 in piazza Oberdan, nella centralissima zona di Porta Venezia. Secondo quanto riferito dal 118 per la giovane, straziata dal tram, non c’è stato niente da fare e i soccorritori hanno potuto solo constatarne il decesso. La Polizia locale ha confermato che si tratterebbe di una turista, di nazionalità coreana e residente in Inghilterra. Le amiche che si trovavano con lei, due di 25 e una di 22 anni, sono state portate in stato di choc, in codice verde, all’ospedale Fatebenefratelli, come anche il conducente del mezzo. Secondo quanto ricostruito la ragazza è stata travolta mentre il tram stava ripartendo dopo aver effettuato la fermata. Il mezzo, un tram della Linea 9, era arrivato da piazza della Repubblica e viaggiava in direzione di viale Piave, e aveva appena effettuato la sosta in piazzale Oberdan, dal lato, appunto, che sfocia verso il viale. L’investimento è avvenuto a bassissima velocità. Resta invece da capire non solo perché la 20enne si sia trovata davanti al tram in quel momento – se magari per un malore, un inciampo o magari per tentare di prenderlo – ma anche perché il mezzo non sia riuscito a fermarsi. Ora l’autista dell’Atm trasportato in codice verde al Policlinico per lo choc, e poi dimesso, è indagato per omicidio colposo, come atto dovuto a garanzia della difesa per svolgere tutti gli accertamenti compresa l’autopsia. Il fascicolo è stato aperto dal pm di turno di Milano Ilaria Perinu e, al momento, da quanto si è saputo, verrebbero, comunque, escluse responsabilità da parte del conducente, perché la 20enne sarebbe spuntata all’improvviso davanti al mezzo. Stando a quanto per ora riferito agli investigatori dalle amiche della ragazza, la giovane era probabilmente ubriaca e ora la Polizia locale sta cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’investimento. Nel frattempo, il pm ha anche disposto l’autopsia e saranno effettuati sul cadavere anche gli esami tossicologici.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata