Cremona. “La situazione nella nostra rianimazione è drammatica. È da un mese che vivo in ospedale come tutti noi”.  Le parole di Antonio Cuzzoli direttore del dipartimento di urgenza ed emergenza dell’ospedale di Cremona non lasciano spazio a dubbi sulla gravità dell’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus che si vive all’interno del presidio ospedaliero come nel resto della Lombardia. Un aiuto per fermare questa strage potrebbe arrivare da un farmaco che cura il virus, ma non la malattia, e dalla primavera.

Barbara Fogazzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata