Regione Lombardia, tre giorni fa, ha prima annunciato e subito dopo pubblicato un’ordinanza in tema di lotta all’epidemia da coronavirus con l’obiettivo di restringere il più possibile la possibilità di movimento dei cittadini. La causa era stata l’aumento ulteriore di contagi e morti in Regione. Proprio questa ordinanza, che vieta fra l’altro le attività degli studi professionali e prevede la chiusura di alberghi e uffici pubblici, resta in vigore al momento, nonostante il provvedimento successivo del governo. Lo spiega lo stesso governatore lombardo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata