Due diciottenni di Toscolano Maderno, nel bresciano, sono stati arrestati dai carabinieri per aver forzato un posto di blocco. È successo ieri pomeriggio durante uno dei numerosi controlli per il contrasto alla diffusione del Coronavirs. Invece di rallentare all’alt, i due, a bordo di una moto, hanno accelerato. Dopo dieci minuti di inseguimento per le vie del paese, con manovre spericolate, la due ruote ha imboccato una strada chiusa e i ragazzi sono stati raggiunti dagli uomini dell’Arma. I due, di Vobarno e San Felice del Benaco, erano in possesso di 1370 euro in contanti di cui non volevano giustificare la provenienza  Sono quindi scattate le manette per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e sono stati condotti innanzi al G.I.P del Tribunale di Brescia con videoconferenza che ha convalidato l’arresto. Uno dei due si trova, ora, ai domiciliari.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata