I positivi al test del tampone in provincia sono 272, ben 50 più di ieri. E aumenta anche il numero dei ricoverati, che agli Istituti ospitalieri stamattina è arrivato a 159, mentre a Crema sono 50 più altri 80 in osservazione. Per sostenere l’eccezionale afflusso di pazienti, la giunta regionale ha dovuto stanziare per Cremona, dei 40 previsti per l’emergenza, 2 milioni e mezzo, somma pari a quella destinata all’ospedale di Lodi, per acquistare apparecchiature sanitarie. Le mascherine devono ancora essere consegnate. Sono consentite poi nuove assunzioni, anche di liberi professionisti e di pensionati. Ben 150 persone hanno aderito al bando: una quindicina, com’è trapelato, sono già stati ritenuti idonei dopo il primo colloquio. Stamattina il sindaco Gianluca Galimberti si è recato in prefettura per fare il punto sui bar e ristoranti, aperti senza limiti d’orario ma con solo servizio per i posti a sedere. L’ospedale di Crema ha ottenuto dal Pirellone due milioni. Anche davanti al nosocomio cremasco sono stati collocati i tendoni del pre-triage, che stamattina hanno subito registrato 20 nuovi accessi. Erano pazienti con sintomi lievi che si sono aggravati negli ultimi giorni. I reparti sono stati riorganizzati. Al sesto piano, nelle aree di pneumologia e otorino, sono stati ricavati 44 posti letto per i positivi al test, oltre a 12 letti per gli altri pazienti, di cui 7 di terapia intensiva per altre malattie, come la polmonite. I contagiati occupano inoltre sei degli otto posti della terapia intensiva già esistente. Al quinto e al secondo piano sono stati inoltre dedicati 38 posti di osservazione per i pazienti in attesa di ricevere l’esito del tampone. Per ampliare l’organico, l’ospedale ha pubblicato un bando per assumere personale infermieristico, a 30 euro l’ora, e medici specialisti in anestesia e rianimazioni, a 60 euro l’ora. I pazienti di coronavirus infatti sono raddoppiati in tre giorni. La vicinanza di Lodi, a soli 20 chilometri, fa di Crema una destinazione privilegiata per chi proviene dalla zona rossa.

-Paolo Zignani-

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata