Cremona. Rallenta, oggi, la diffusione del coronavirus in provincia di Cremona, che conta soltanto 79 persone contagiate in più, secondo i dati resi noti alle 16.30 dalla Regione Lombardia. Si tratta di un incremento molto inferiore ai 241 casi in più registrati ieri, su un totale di 1.381, dato che in una settimana è triplicato. Le difformità statistiche vanno considerate con prudenza, come ha ricordato anche ieri l’assessore regionale Giulio Gallera, perché possono dipendere da fattori estranei, come l’arrivo contemporaneo di molti esiti di test effettuati in giorni diversi. 

Il territorio di Bergamo segna un incremento enorme e arriva a 2.390, Brescia è seconda con 1.836, Lodi si è pressoché fermata, con 1.181 contagiati, superata da Cremona e da Milano, che con l’area metropolitana arriva a 1.334. In Lombardia, in tutto, i positivi sono 9.820 e i deceduti 890, in chiaro aumento. Oggi si sono svolti tavoli di confronto per stabilire quali sono le attività produttive da considerare essenziali e da non chiudere, oltre alla filiera alimentare e farmaceutica, banche e tabaccai. 

I malati negli ospedali di Cremona e Casalmaggiore, intanto, sono arrivati a 550: l’allarme continua, per l’enorme numero di ricoverati in terapia intensiva, che in tutta la Lombardia sono 650, dunque 45 in più, dato che rallenta di poco ed è quasi raddoppiato in una settimana, ma che non cresce in modo esponenziale. Le chiusure creano intanto i primi disagi. Nel quartiere di via Giuseppina hanno chiuso una banca e l’ufficio postale: sono iniziate le lamentele di chi è in difficoltà negli spostamenti. Si rafforzano nello stesso tempo le iniziative di solidarietà, oltre alle raccolte fondi per gli ospedali di Cremona e Crema. Il Comune di Cremona ha attivato un nuovo indirizzo mail per cittadini e associazioni che intendono mettersi a disposizione delle persone più fragili e degli anziani per dare loro aiuto nella vita quotidiana. Ai volontari il Comune fornirà un tesserino di riconoscimento. 

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata