Brescia Il Comune di Brescia chiede un esborso di 142 euro alle famiglie che hanno perso il proprio caro per il trasporto delle bare. Il pagamento per questo tipo di servizio ai tempi del coronavirus ha innescato una seri di polemiche da parte della Lega. Questo “diritto fisso per il rilascio dell’autorizzazione” come cita esattamente la dicitura è una vergogna secondo la deputata della Lega Simona Bordonali e altri rappresentanti politici del Carroccio in primis Matteo Salvini. La Lega chiede al sindaco di Brescia Emilio del Bono di sospendere questo pagamento. Inoltre la Lega,attraverso il suo Leader propone “di usare i dividendi di A2A (circa 60 milioni) per abbattere il costo delle bollette del 50%”. Salvini conclude “per una volta non ce lo chiede l’Europa ma lo chiede Brescia”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata