Il Circolo di Legambiente Brescia ha messo nero su bianco le linee da seguire nella cosiddetta “Fase 2”, ovvero la ripartenza dopo i drammatici giorni dell’emergenza Coronavirus dal quale non siamo ancora usciti. Il destinatario è il sindaco Emilio Del Bono al quale viene richiesta una maggiore attenzione a temi finora considerati secondari. Primo su tutti, l’inquinamento visto i numerosi studi che stanno indagando la possibilità di una relazione fra mala aria ed epidemia, la riduzione della pressione antropica sulle matrici ambientali, la tutela dell’aria, dell’acqua e del suolo.  Riflettori puntati anche sulla produzione e gestione dell’energia, consumo del suolo, biodiversità, agricoltura e alimentazione, sistema dei trasporti fino alla gestione dei rifiuti e, in particolare, inceneritore e discariche. Una politica più attenta all’ambiente è l’unica via per avere non solo ricadute positive per la nostra salute ma anche benefici di natura economica e sociale. A fronte di questa visione, preoccupa la volontà di Regione Lombardia di stanziare risorse per l’autostrada Pedemontana che, secondo Dario Balotta di Europa Verde potrebbero aiutare migliaia di imprese e dare una speranza a decine di migliaia di persone che rischiano di perdere il lavoro nel commercio, nel turismo e nell’artigianato”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata