Il caldo non basterà a contenere i contagi come, invece, si sperava. Ne sono convinti diversi studiosi che sostengono che la bella stagione e l’umidità possano rallentare il diffondersi dell’epidemia nonostante si sia diffusa maggiormente in Paesi sopra i 30 gradi di latitudine e con temperature inferiori ai 22 gradi. Il Covid 19 è una vera e propria pandemia, che si è diffusa in ogni angolo del globo. A definire questa convinzione come una fake news è stato, in prima battuta, l’Istituto Superiore di Sanità. Una ricerca dell’università Statale di Milano dimostra come la diffusione del Coronavirus abbia raggiunto il picco in regioni dell’emisfero settentrionale con temperature medie di 5 ° C e umidità di 0,6-1,0 kPa a marzo. Nei prossimi mesi, i rischi maggiori si correranno in Paesi dell’emisfero australe.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata