Sono 55 i denunciati in soli tre giorni dai carabinieri, nel piacentino, perché non hanno rispettato la regole in atto in questo periodo di emergenza sanitaria, manifestazione di superficialità e senso di trasgressione. Proprio alla luce della maggiore indisciplina di questi giorni, anche in relazione alla particolare festività, il Comando Provinciale Carabinieri di Piacenza rinforzerà i servizi esterni mediante il sorvolo di un elicottero del 13° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Forlì. L’impiego dell’elicottero permetterà una ricognizione aerea sia delle aree urbane che delle aree rurali del territorio di questo Comando Provinciale, consentendo di rilevare, anche nelle zone più nascoste, la presenza di trasgressori delle prescrizioni. Nel contempo numerose pattuglie automontate presidieranno le principali vie di comunicazione sia in città che sulle strade extraurbane con lo scopo precipuo di dissuadere quei comportamenti fuorvianti che, complice la bella stagione, potrebbero portare ad una mobilità di soggetti al di fuori dei casi espressamente consenti dalla legge. I militari della Stazione di Piacenza Levante hanno arrestato una donna 58enne perché sorpresa fuori casa nonostante fosse sottoposta al regime degli arresti domiciliari. Dopo poche ore è stata nuovamente sorpresa per strada da una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia di Piacenza. Per la donna si è trattato del secondo arresto nel corso della medesima giornata. I Carabinieri di Rivergaro hanno arrestato un uomo che, incurante di obblighi connessi al divieto di avvicinamento alla vittima, si è presentato a casa dell’ ex compagna, minacciandola e percuotendola. L’uomo è stato trasferito in carcere a Piacenza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata