Cremona. Il numero di morti da coronavirus è così elevato, sul territorio e nel Comune di Cremona, che l’amministrazione cittadini è stata costretta a prendere diversi provvedimenti urgenti per la gestione del cimitero, dove non c’è più spazio da diversi giorni. E’ stato infatti deciso ieri, con una determinazione del dirigente Marco Pagliarini, di noleggiare dei container, dove collocare provvisoriamente le salme. L’importo complessivo di 9.991 euro, sotto i 40mila, ha consentito al Comune di contattare direttamente la società in house Aem, che ha presentato un preventivo ritenuto congruo. In provincia i morti sono aumentati di quasi il triplo, nel mese di marzo, rispetto all’anno scorso: sono infatti 700 quest’anno, mentre nel 2019 erano stati 182. Sul territorio comunale, i deceduti sono invece il 151% rispetto al marzo del 2019. A fine marzo il Comune ha pubblicato un elenco di nominativi, più di 200, le cui salme potranno essere spostate, con revoca della concessione. Dai colombari, negli androni quarto e sesto, saranno spostati nella sesta fila, secondo il regolamento dei servizi cimiteriali approvato in gennaio. Per redigere le numerose pratiche, inoltre, il Comune ha dovuto dare incarico ad alcuni dipendenti che avevano altre mansioni. Sono gli effetti più dolorosi dell’emergenza sanitaria, che vengono alla luce proprio mentre all’ospedale maggiore gli ingressi dei nuovi malati covid stanno diminuendo notevolmente. Si sono presentati al pronto soccorso una quindicina di pazienti covid: i dimessi sono 35. Nel periodo di crisi, gli accessi erano più di 140. Diminuisce quindi l’affollamento dell’ospedale. Qualcosa sta cambiando inoltre nelle strategie della Regione e dell’Ats, che ha inviato ieri una lettera a tutti i sindaci della provincia, per annunciare l’attivazione di quattro Usca, unità speciali di continuità assistenziale, a supporto di medici di base e pediatri, per la gestione domiciliare di sospetti malati covid-19 che tuttavia non necessitano di ricovero ospedaliero. I punti di riferimento sono a Cremona, presso l’Ats, a Crema, Soresina e per il Casalasco a Viadana.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata