L’inquinamento atmosferico, ogni anno, miete 53 mila vittime e, secondo i dati forniti da Harvard, all’aumento di appena un microgrammo per metro cubo di pm 2,5 corrisponderebbe un aumento del 15% del tasso di mortalità dovuto a Covid. Sulla scorta di queste evidenze e in vista di Fase 2 il gruppo consiliare 5S di Regione Lombardia ha mosso diverse interrogazioni. Azioni di contenimento dell’inquinamento veicolare, di quello prodotto da industrie, allevamenti e riscaldamento residenziale, attraverso una politica più consapevole. I grillini sottolineano che secondo i dati dell’Oms la concentrazione media accettabile di PM 2.5dovrebbe essere di 10 mg, ben lontana dai valori di Cremona, Bergamo, Mantova e Lodi, che nei due mesi precedenti alla pandemia Covid-19 si aggiravano stabilmente intorno a 35mg

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata