Piacenza Non un protocollo terapeutico unico ma una serie di sperimentazioni contro il contagio da coronavirus. E’ quanto accade nel piacentino, un quadro che rispecchia non solo lo scenario nazionale ma addirittura mondiale. Ad oggi non esiste una linea di cura uniforme e nel piacentino sono diversi i programmi di cura avviati. Intanto è partito lo screening di massa a tutto il personale sociosanitario dell’Emilia-Romagna. Nel piacentino nei giorni scorsi sono stati consegnati 1760 test sierologici

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata