Secondo uno studio londinese, senza isolamento, da una coppia potrebbero partire fino a 110 casi secondari di contagio da Coronavirus. Sotto la lente d’ingrandimento l’estensione delle misure di quarantena necessarie per frenare l’epidemia in una cittadina italiana di circa 5.000 abitanti. In caso di uscite zero da parte di tutta la comunità e rispetto massimo delle regole, i contagi frenano più rapidamente. Maggiori sono le dimensioni della famiglia e il tempo passato all’esterno più lontana sarà la fine del tunnel. Gli asintomatici dovrebbero essere spostati fuori dalla cittadina. Il modello ha mostrato come il numero di casi secondari all’interno della città aumentasse con il tempo trascorso in pubblico e anche con la dimensione media della famiglia. Per una famiglia di sei persone e nessuna quarantena ci sarebbero state 43 nuove infezioni. Una famiglia single che ha rispettato la quarantena non ha prodotto casi secondari. In un’area con 50.000 persone e una famiglia di due persone i casi salgono a 30, 40, 70 e 110. Con una famiglia da 3 persone ci vorrebbero circa 30 giorni di blocco totale per mettere fine ai contagi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata