Il mondo del calcio piange Gigi Simoni, il tecnico che ha legato il suo nome alle imprese della Cremonese di Domenico Luzzara e con cui ha vinto anche un Torneo Anglo-Italiano a Wembley nel 1993. Poi è anche diventato direttore tecnico e presidente del club grigiorosso. Anche all’Inter, di cui oggi si festeggiano i dieci anni dal Triplete, visse un’avventura breve ma intensa, ricca di emozioni. Prima di tutto la gioia di poter allenare il più forte giocatore del mondo, Ronaldo, e poi l’orgoglio per aver conquistato la Coppa Uefa, dopo aver sconfitto in finale la Lazio.  Lunga e piena di momenti esaltanti è stata la sua carriera, in cui ha guidato 17 club diversi nell’arco di 30 anni. In particolare, nel Brescia, arrivò prima da giocatore (dal 1968 al 1971) e poi da allenatore (dal 1978 al 1980). Alle rondinelle lo legava anche un inconsueto record: quello di aver vinto un campionato di serie B da calciatore e uno da allenatore con il Brescia. Da giocatore ha vinto una Coppa Italia con il Napoli nella stagione 1961-62 e il campionato italiano di serie B con il Genoa nella stagione 1967-68. Simoni, circa un anno fa, era stato colto da malore e non si era più ripreso.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata