Lo scorso 15 maggio, si è verificato uno sversamento di liquidi sul piazzale che ospita l’ex centrale elettronucleare di Caorso, nel piacentino. A darne notizia è l’onorevole Tommaso Foti, componente della Commissione Ambiente e Lavori Pubblici della Camera che accusa Sogin di ritardi nella comunicazione riguardo a quello che potrebbe apparire come un danno ambientale. La comunicazione ufficiale è giunta al comune di Caorso solo questa mattina, cinque giorni dopo l’accaduto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata