Gli esercenti lombardi si trovano in difficoltà per quanto riguarda le misure di controllo e rispetto delle regole della Fase due, davanti ai richiami delle istituzioni che denunciano il ripetersi di pericolosi assembramenti. Gli stessi sindaci si stanno in alcuni casi muovendo con nuovi divieti, come il sindaco di Brescia, Emilio del Bono, che ha deciso per il coprifuoco nel fine settimana per i locali di piazza Arnaldo.  Anche a Cremona linea dura è stata indicata dal prefetto Vito Danilo Gagliardi, che ha fatto appello alle chiusure anticipate dei locali parlando anche della possibilità di denunciare gruppi di persone che non rispettano le regole.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata