Al via il piano regionale sui test sierologici in Emilia Romagna. Ieri il via libera dalla Giunta. Confermato il no al fai da te per i privati cittadini, che potranno sottoporsi al test solo con prescrizione medica ma a pagamento. L’iniziativa emiliano romagnola è comunque non in linea con le direttive delle altre regioni perché impone la ricetta del medico di famiglia per un esame che però, economicamente, è a carico del paziente. E solo in caso di positività del test si provvederà ad eseguire il tampone. Una figura, quella del medico di famiglia, poco gratificata nell’emergenza sanitaria ma che ha saputo dare il massimo pur senza i mezzi necessari.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata