Brescia La storia di Gianluca, disabile ospite di una rsd nel bresciano e che non torna a casa per il fine settimana da oltre 120 giorni è solo una delle tante vicende che stanno riguardando anche gli anziani che vivono nelle rsa. Le strutture si comportano in base alle disposizioni di regione lombardia sulle strutture sociosanitarie contenute nell’atto di indirizzo del 9 giugno. Norme «ottuse», dicono gli interessati, «che se ne fregano dei malati e delle loro famiglie». I famigliari sono costretti a restare a distanza, mentre chi dirige questi centri si confronta con imposizioni rigide, responsabilità sempre maggiori e quel senso di abbandono.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata