Brescia. Movida ancora blindata a Brescia per il venerdì e il sabato. Per i bar continuerà ad essere vietata la vendita da asporto di bevande che potranno essere consumate sempre e solo al tavolino dalle 20 alle 7. Non cambia nulla anche per gli esercizi di vicinato, le attività artigianali e per i distributori automatici, che non potranno vendere bevande da asporto dalle 20 alle 7. Il sindaco di Brescia Emilio Del Bono ha detto che due mesi e mezzo dopo la notte di piazzale Arnaldo tra il 22 e il 23 maggio subito dopo la fine del lockdown le cose sono andate bene. Crede che l’ordinanza abbia raggiunto due obiettivi: i cittadini hanno capito che la cautela è premiante e i gestori dei locali hanno collaborato. Lo stesso primo cittadino ha annunciato che l’ordinanza resterà in vigore fino al 30 di agosto. Proprio in occasione della notte in piazzale Arnaldo, erano scoppiate forti polemiche per gli assembramenti e proprio nella città della Leonessa era stato vietato l’asporto per tutti i tipi di bevande, non solo per gli alcolici. Erano stati anche implementati i controlli realizzati da nuclei interforze, in sinergia fra le varie Forze dell’ordine, ma non era servito. Era stato duro il commento del Prefetto Attilio Visconti, che aveva detto che pensava che i bresciani avessero un comportamento diverso solo per il numero dei morti e i contagi che ci sono stati. Lo stesso Del Bono, col senno di poi, aveva detto che non avrebbe fatto riaprire la piazza, anche se non si aspettava che i bresciani non usassero la testa.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata