Sentiamo l’appello della vicepresidente dell’Auser di Piacenza che ha il personale volontario dimezzato dopo l’emergenza Coronavirus e che si trova a fare i conti con il caldo, da sempre più pesante per gli anziani. Ecco cosa si chiede ai volontari.

Ogni giorno i volontari  sono presenti nella sede e sul territorio per dare un sostegno alle persone anziane e non solo. Si occupano di rispondere al telefono per ascoltare le esigenze dei vari utenti, di contattare altri volontari per concordare accompagnamenti e appuntamenti, oppure sono attivi sul campo per accompagnare a visite mediche o per piccole commissioni persone che diversamente non sarebbero in grado di spostarsi. Inoltre, i volontari si impegnano a contrastare la solitudine offrendo a persone sole la possibilità di stare insieme, chiacchierare e magari fare una passeggiata. La vicepresidente Cesarini Armani spiega che in questo momento servono volontari con la patente

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata