All’orizzonte, già ad agosto, è atteso il decreto Brescia-Caffaro che dovrà dare il via al progetto definitivo del piano di bonifica da parte di Aecom. Finalmente si intravede l’avvio dei lavori di messa in sicurezza per l’area, anche se il futuro rimane assai complesso. Prima della demolizione della vecchia fabbrica, con presenza di amianto e rifiuti speciali, ci sono passaggi essenziali e dopo invece bisognerà rivalutare la situazione dell’inquinamento attuale e i costi. Il progetto, poi, per una discarica deve prevedere una Via e misure per la massima sicurezza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata