Milano. I più piccoli hanno sofferto più di altri le conseguenze del lockdown che ha provocato danni importanti alla loro salute psico-fisica, problematiche di tipo cognitivo, emotivo e relazionale. La scuola deve diventare il luogo privilegiato di apprendimento non solo di nozioni ma anche di socialità, di inclusione, di cooperazione, di condivisione di esperienze diverse secondo gli organizzatori della manifestazione che è andata in scena oggi a Milano e che ha riunito genitori, insegnanti, medici e avvocati. Sentiamo l’organizzatore Stefano d’Eliseo e Sara Anzellotti Presidente dell’Associazione Movimento Genitori Lombardia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata