Brescia. Le gravi criticità che comporterebbero le opere legate al nuovo depuratore del Garda dal punto di vista ambientale e anche economico sono al centro di numerose manifestazioni e prese di posizione di primi cittadini, associazioni e persone comuni che hanno a cuore il futuro dei propri figli. Come le mamme del Chiese, rappresentate da Piera Casalini.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata