Una piazza colorata e decisa a chiedere che una volta per tutte la discriminazione omotransfobica e misogina, che sta purtroppo ancora in larga parte all’origine di violenze, aggressioni, e bullismo, venga messa al bando. Dal punto di vista giuridico riconoscendo il reato specifico, e dal punto di vista culturale per progredire nella tutela del libero orientamento sessuale, un diritto sancito dalla Costituzione. La proposta di legge è in esame alla Camera.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata