Una mail per chiedere se il posizionamento di cassonetti e cestini nel centro storico di Brescia sia stato autorizzato o meno dalla Soprintendenza Archeologica Belle Arti per e Paesaggio per le province di Brescia e Bergamo, attraverso una deroga. È quanto inviato dall’Associazione “I Soldi di Tutti” a tutela del centro storico della città della Leonessa, invasa da fonti che creano degrado e spreco delle risorse della Tari per pagare i passaggi in più dei mezzi di Aprica per evitare problemi igienici. L’invito è quello di seguire l’esempio di Bergamo nel cui centro si effettua la raccolta differenziata senza cassonetti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata