Uno dei componenti del comitato di quartiere di Cavatigozzi, Roberto Mariani, nel primo pomeriggio di oggi ha osservato che gli abitanti, per quanto numerosi, poco meno di duemila, non sono mai stati informati dalle istituzioni su come gestire le emergenze, com’è subito apparsa con evidenza quella di stamattina. Altro fattore che merita considerazione, sul quale il comitato di quartiere ha insistito più volte nel corso dei rapporti con le istituzioni, è che la vicinanza tra le abitazioni e un’azienda con l’acciaieria Arvedi, in grado di generare impatti ambientali rilevanti per la salute e la sicurezza personale, amplia i rischi. Dell’incendio di stamattina ha parlato in un collegamento telefonico Marta M., che in quel momento si trovava al lavoro presso una farmacia di Castelvetro, dove ha ricevuto un video dai familiari, che abitano a Spinadesco.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata