“La scuola è una comunità, invece è partito un dibattito più o meno surreale, più o meno grottesco sulla scuola come comunità dei banchi, non degli alunni, né degli insegnanti, ma dei banchi”. Così Daniele Novara, noto pedagogista piacentino autore di bestseller come “Urlare non serve a nulla” (Bur, 2014) o “Cambiare la scuola si può” (2018), in un video su Youtube interviene sulla polemica dei banchi con le rotelle, che ha impegnato i vertici del ministero dell’Istruzione nelle scorse settimane in vista del ritorno in aula.”Noi dobbiamo avere una scuola che accoglie gli alunni, insegnanti preparati, insegnanti che scelgono questa meravigliosa professione, che investono in questa professione che crea le condizioni affinché di generazione in generazione la società vada avanti e sappia tirare fuori le risorse dai bambini, dai ragazzi e quindi io spero che al più presto si smetta di parlare di questi banchi con le rotelle, sembra di essere al Luna Park e si incominci finalmente a chiederci: ma che scuola vogliamo, che insegnanti vogliamo e come organizziamo l’apprendimento, quale metodo ci vuole?”, ha provocato Novara, mentre alle sue spalle si intravede il Bosco verticale di Milano.”Noi daremo tante risposte a queste domande nel convegno di agosto e tutta la nostra esperienza la metteremo su questo importantissimo tavolo di lavoro. È un’occasione per avere una scuola finalmente di qualità, non dei banchi migliori, una scuola migliore”, ha concluso il Fondatore del Centro psicopedagogico per l’educazione a la gestione dei conflitti (Cpp), che il 27 e 28 agosto terrà online il suo annuale convegno.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata