E’ oggi, 22 agosto, il giorno in cui esauriamo le risorse terrestri per l’anno 2020. Oggi cade l’overshoot day, che ci ricorda come il debito contratto verso il nostro pianeta sia sempre più pesante e difficile da sanare. Quest’anno la data cade circa un mese dopo rispetto all’anno scorso, complice il lockdown che ha avuto quantomeno il merito di far respirare la nostra terra, ammorbata dall’attività umana. La data che viene calcolata per dare un quadro del sovrasfruttamento della terra è frutto di uno studio della Global Footprint Network, un’organizzazione di ricerca internazionale per osservare l’impronta ecologica sul pianeta. Siamo ben lontani da una svolta ecologista, dal momento che l’umanità utilizza attualmente il 60% in più di quanto si possa rinnovare. In pratica è come se si consumassero le risorse di 1,6 pianeti Terra.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata