Piacenza. In vista della ripresa delle scuole, la preoccupazione per il numero insufficiente degli insegnanti e del personale Ata, per il trasporto pubblico legato anche agli ingressi differenziati negli istituti e per gli spazi adeguati per svolgere le lezioni in sicurezza è ancora alta. Sono infatti ancora tante, troppe le questioni aperte sul fronte scolastico. Nel frattempo, ogni istituto mette in campo soluzioni pratiche, in attesa di ulteriori norme organizzative e precauzionali predisposte dai comitati tecnici per evitare rischi. Sentiamo le parole di Simona Favari, Dirigente Scolastico del Respighi e di Ludovico Silvestri, Dirigente Scolastico del Nicolini.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata