E’ scaduto ieri il termine per la firma dell’accordo per il rinnovo del contratto dei lavoratori della sanità privata, dopo 14 anni e tre anni di trattative. Le associazioni datoriali non hanno voluto sottoscrivere la pre intesa, raggiunta a giugno con i sindacati, nonostante la conferenza stato regioni abbia rassicurato sull’intenzione di coprire il 50% del costo del contratto. Niente di fatto, dunque, dopo l’ottimismo suscitato da un accordo che sembrava ormai arrivato e ai lavoratori della sanità privata non resta che continuare a chiedere a gran voce il rispetto dei propri diritti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata