Bologna 2 agosto 1980. Alle 10 e 25 esplodeva la bomba da 25 chili che una mano fascista aveva collocato in una valigia all’interno della sala d’aspetto della seconda classe. C’era tanta gente. 85 furono i morti e 200 i feriti.

 Quella strage non va dimenticata. Ieri iniziative hanno ricordato quelle morti affinchè l’orrore non si ripeta. Anche a Piacenza un flash mob delle sardine alla stazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata