Cremona. Sono due le vittime dell’incidente aereo che si è verificato questa mattina a Livrasco, nel comune di Castelverde, in provincia di Cremona, poco dopo le 9.30: si tratta del pilota Stefano Grisenti, 54 anni, di San Secondo Parmense e del paracadutista Alessandro Tovazzi di Arco di Trento. L’aereo, un Pilatus PC-6, era partito dall’aeroporto del Migliaro con a bordo diversi paracadutisti. Sull’accaduto, si ipotizza un urto tra l’aereo e l’ultimo paracadutista che avrebbe indossato la tuta alare: questo impatto avrebbe fatto perdere quota all’aereo che sarebbe precipitato in un campo di mais, mentre il paracadutista e l’ala del velivolo sono stati trovati in un altro campo, di erba medica. Ogni ipotesi sull’accaduto è al vaglio degli inquirenti che, al momento, non si sbilanciano. Tutti salvi gli altri paracadutisti. Nel frattempo, è stata avviata l’inchiesta da parte dell’Ansv, Agenzia nazionale per la sicurezza del volo e il sostituto procuratore Vitina Pinto, titolare delle indagini sull’incidente aereo, si è recata all’aeroporto del Migliaro e sul luogo della tragedia.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata