I consumatori cremonesi fanno i conti con il lockdown, nel vero senso della parola. Sono circa 800 le richieste di assistenza arrivate a Codacons per il mancato rimborso di spese effettuate prima che l’emergenza sanitaria imponesse la clausura. Non solo biglietti di concerti e spettacoli ma anche e soprattutto rette di asili, e poi viaggi, voli aerei e abbonamenti per le palestre. Soldi spesi senza un corrispondente servizio erogato e in molti casi difficili da recuperare. Codacons Cremona sta rispondendo alle richieste di aiuto, si rende disponibile a fornire assistenza legale per azioni giudiziarie

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata