Cremona. Il bilancio del primo giorno di scuola è dolceamaro: presidi e personale scolastico hanno lottato contro il tempo, nei giorni precedenti, per garantire il corretto svolgimento delle lezioni anche se ci sono stati problemi nella copertura delle classi, criticità che avrebbero dovuto essere anticipate e invece sono state ritardate e hanno creato così qualche disagio. L’Aselli di Cremona ha scelto di convocare tutte le classi prime e di garantire loro tutte le lezioni in presenza.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata