Riparte il censimento, da parte di alcuni volontari della Fiab, dell’uso delle piste ciclabili, mentre alcune alcuni tecnici del Comune rileveranno il numero dei transiti sulle piste costruite recentemente nelle vie Bergamo, Brescia, Mantova e Trento Trieste. Questa è solo una delle iniziative che il Comune organizza per la settimana europea della mobilità sostenibile, che quest’anno ha il titolo “Emissioni, zero, mobilità per tutti”, che si concluderà martedì 22, nella speranza che i cittadini riducano l’uso di mezzi privati a carburante fossile per gli spostamenti brevi. Sabato 19, con ritrovo in piazza Marconi alle 8.45, si svolgerà una pedalata lungo la rete del Biciplan. La Fiab realizzerà una mappa, chiamata Bicipolitana o bici minuto, e un video su ogni percorso ciclabile, da visionare sul sito dell’associazione, allo scopo di chiarire come utilizzare le piste cremonesi, considerate le molte polemiche sul comportamento dei ciclisti e i dubbi sulle regole da rispettare. La strada è diventata spesso terra di nessuno, fra ciclisti che invadono i marciapiedi e passano col rosso, pedoni che camminano sulle ciclabili e automobilisti che sostano ovunque. Il Comune insiste e fa posare nuovi reggi biciclette vicino alle scuole, oltre a una protezione dell’ingresso all’asilo Martini di via Sant’Antonio del Fuoco per favorire l’accompagnamento a piedi degli alunni. Il bilancio delle iniziative si farà nell’incontro pubblico di venerdì 25 alle ore 18 in sala Zanoni, con gli assessori Simona Pasquali e Barbara Manfredini, oltre a funzionari e dirigenti. La Fiab, da parte propria, non mancherà di continuare il proprio lavoro ai fianchi dell’amministrazione, per promuovere e facilitare sempre più, con scelte anche coraggiose, la mobilità dolce e quindi una migliore qualità dell’aria.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata