Cremona. L’aereo, un Pilatus PC-6 è stato rimosso dal campo in cui era precipitato e messo sotto sequestro in un hangar dell’aeroporto del Migliaro, da cui era partito ieri mattina alle 9.30 circa. A bordo c‘erano diversi di paracadutisti dello Sky Team per quella che doveva essere una domenica all’insegna dei lanci e che si è invece trasformata in tragedia quando, tra l’ultimo paracadutista che si è lanciato con una tuta alare, Alessandro Tovazzi, 41 anni, di Arco di Trento, e l’aereo pilotato da Stefano Grisenti, 54 anni, di San Secondo Parmense, si sarebbe verificato un impatto fatale che non ha lasciato scampo a entrambi. Nel frattempo, prosegue l’inchiesta avviata da parte dell’Ansv, Agenzia nazionale per la sicurezza del volo e anche il sostituto procuratore Vitina Pinto, titolare delle indagini sull’incidente aereo, ieri si è recata all’aeroporto del Migliaro e sul luogo della tragedia, il campo di mais dell’azienda Quaini di Livrasco, nel Comune di Castelverde, a pochi km da Cremona, mentre paracadutista e ala dell’aereo sono precipitati in un altro campo della stessa azienda.

Claudia Barigozzi

  • foto Danio Milanesi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata