Lombardia: pediatri di famiglia preoccupati

Il rientro a scuola per i più piccoli è costellato di incognite. I pediatri di famiglia lombardi sottolineano che le attuali norme sono inapplicabili e che è estremamente difficile operare efficacemente. Ad oggi per un banale raffreddore il bambino viene allontanato e obbligato a fare il test per accertare che sia covid free. Ma non solo, spetta anche alla famiglia rimanere in quarantena. Il pediatra è poi obbligato a rilasciare un certificato che attesti la salute del bambino. Si stima che in questo modo sarà necessario processare 12.000 tamponi naso faringei al giorno con in più l’obiettivo di ricevere il risultato in tempi brevi per evitare l’isolamento e ciò che ne consegue, di tutto il nucleo familiare.