Casalmaggiore. Durante l’estate sono state diverse le iniziative messe in atto a Casalmaggiore per valorizzare il Grande Fiume, una vera e propria risorsa per il territorio che può aiutare migliorare la qualità della vita e del turismo delle comunità che si affacciano sulle sue sponde. In particolare, con l’imbarcazione Anguilla del Po, sono state traghettate molte persone dalla sponda parmense a quella cremonese. Terminata la stagione, si sono verificati numerosi episodi spiacevoli. Sono infatti tornati in azione i predoni del Po, che hanno fatto sparire diversi motori di imbarcazioni, queste ultime a volte poi ritrovate ma ormai inutilizzabili, e che hanno fatto emergere la necessità di maggiori controlli sul territorio, in particolare lungo le sponde del fiume, spesso preda di incuria e di furti. Sentiamo le parole di Angelo Graziano Lanzetti Capitano, Direttore degli Amici del Po.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata