A rischio migliaia di attività anche a Cremona in seguito all’ultima stretta decisa dal governo per contenere i contagi da Coronavirus. Mentre il malcontento cresce con il decreto legge Ristori il governo annuncia misure immediate per le imprese più colpite, stanziando 5,4 miliardi di euro disponibili a partire da metà novembre e destinati a ristoranti, partite Iva, gestori di palestre e piscine, discoteche, lavoratori stagionali e dello spettacolo. Cna ha chiesto al governo di garantire che i ristori siano reali e commisurati alle perdite subite e ha indicato ulteriori misure, auspicando l’apertura di un tavolo permanente di confronto operativo, con le Parti Sociali.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata