Piacenza. Un accordo con le case di cura private per fronteggiare l’aumento dei contagi da Covid 19 su tutto il territorio provinciale. E’ questa la via scelta dall’Ausl di Piacenza per recuperare posti letto per pazienti affetti da Coronavirus ma anche per averne da destinare alle attività chirurgiche di routine. Entro la metà di novembre gli interventi saranno riprogrammati sia presso la clinica Piacenza, sia presso l’ospedale di Castelsangiovanni, che resterà Covid free. I pazienti in condizioni di bassa criticità, saranno trasferiti alla Clinica Sant’Antonino. Sentiamo le parole di Guido Pedrazzini, direttore sanitario dell’Ausl di Piacenza. Tiene banco, anche oggi, la polemica a distanza tra l’oncologo piacentino Luigi Cavanna e il noto virologo Roberto Burioni sull’efficacia dell’idrossiclorochina per pazienti Covid. Secondo il professor Cavanna è in grado di dare effetti positivi nella fase precoce della malattia, come ha citato il senatore leghista Siri in un post su Facebook e potrebbe rientrare tra le probabili misure da adottare nell’assistenza domiciliare dei positivi. Proprio le cure a casa sono uno dei nodi da risolvere al più presto visto l’inefficacia di questo sistema che, nella prima fase della pandemia, ha lasciato soli centinaia di pazienti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata