A Cremona cresce il malcontento di baristi e ristoratori per le nuove restrizione previste dal Dpcm che confermano la chiusura alle 18 ma potranno restare aperti anche la domenica. Niente ‘street food’ dopo le 18 e tavoli dei ristoranti al massimo per quattro persone, meglio se conviventi. I lavoratori del settore della ristorazione chiedono solo che sia garantito il diritto al lavoro e di non pagare per tutti. Oggi pomeriggio, alle 15.30, davanti alla Prefettura di Cremona andrà in scena una protesta pacifica promossa proprio da Giuseppe Franzosi, via social, che ha riscosso subito grande successo. Baristi e ristoratori sono invitati a scendere in piazza con pentole e cucchiai per fare sentire la propria rabbia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata