Cremona. Al via la nuova campagna di monitoraggio dell’Arpa a Cavatigozzi, con l’installazione, questa mattina, delle centraline di rilevamento per misurare i valori dell’inquinamento acustico che da tempo interessa il quartiere, una problematica più volte segnalata dai residenti attraverso il proprio Comitato. Oltre ai rumori del polo siderurgico Arvedi e il passaggio costante di treni merci provenienti dal deposito rottami attiguo, i cittadini devono sopportare anche la provinciale 234, il cui traffico taglia in due Cavatigozzi. Nei prossimi giorni, le centraline forniranno i primi dati del monitoraggio acustico. Nel frattempo un’abitante ha fatto notare all’Arpa in uno scambio di messaggi che il rumore è inferiore al solito, perché il polo siderurgico è meno attivo del consueto, e lo stesso deposito di rottami non opera a pieno regime. I rumori quindi sono decisamente inferiori ai picchi acustici segnalati negli ultimi anni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata