Cremona, meeting di Confindustria a CremonaFiere

Italia, il Paese perfetto: si è aperto con questa premessa il meeting annuale di Confindustria, tenutosi questa mattina presso gli spazi di CremonaFiere in occasione del 75esimo anniversario dalla fondazione dell’associazione. Il presidente degli Industriali cremonesi Francesco Buzzella ha ufficializzato l’apertura dell’incontro davanti ad una platea gremita di autorità e professionisti d’impresa. Tema dell’incontro il difficile periodo appena superato e le difficoltà che le aziende incontrano tra mancanza d’investimenti e fisco pressante, entrambe espressioni, sostiene Buzzella, di una macchina statale troppo complessa e poco preparata. Fulcro del dibattito il lavoro post-Covid e l’adeguatezza delle misure sanitarie, su cui non sono mancati pareri critici e contrastanti. Moderati dal vicedirettore di Radio24 Sebastiano Barisoni, sul palco si sono alternati esponenti politici: Matteo Colaninno di ItaliaViva, Massimiliano Salini di Forza Italia e i grandi attesi Matteo Salvini della Lega e Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, affiancati a distanza dal viceministro dell’economia Antonio Misiani collegato via Skype da Roma. A chiudere la mattinata il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, intervenuto con un discorso a favore dell’imprenditoria cremonese e dei suoi grandi sforzi per uscire dalle pesanti crisi degli ultimi anni.