San Daniele Po (Cr) – Una piazza gremita, avvolta in un silenzio tremendamente insolito, per dare l’ultimo saluto a un’amica scomparsa troppo presto: questo l’omaggio di San Daniele Po a Lucrezia Minnilli, la giovane non ancora ventunenne morta in seguito a un grave incidente avvenuto sulla strada provinciale 85 la sera del 20 ottobre scorso, nel tratto compreso tra Scandolara Ravara e Motta Baluffi. A causare l’uscita di strada della vettura su cui viaggiava la giovane assieme al fidanzato, ora in condizioni stabili dopo il ricovero a Parma, l’impatto con un cinghiale, che ha reso vano qualsiasi tentativo di salvarla dopo il trasporto in elisoccorso al Maggiore di Cremona a causa dell’entità delle ferite riportate. Questo pomeriggio, dalle 14:30, tutta la comunità di San Daniele Po, dove Lucrezia viveva, si è stretta intorno alla famiglia Minnilli, partecipando all’omelia del parroco don Roberto Musa e porgendo l’ultimo saluto a quella ragazza piena di vita che in paese tutti ricordano. Ad accompagnare la funzione, oltre ai canti e ai momenti di preghiera, l’intervento di un amico di Lucrezia, che con voce rotta dal pianto ha ricordato le estati passate insieme. Prima che il feretro lasciasse la piazza del municipio, hanno risuonato le note della canzone preferita di Lucrezia, le cui parole sembrano il monito gridato in silenzio dall’intera comunità: “dimmi che è solo un brutto sogno, io vorrei riaverti intorno”.

Simone Bodini

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata